La zona grigia: nuove povertà e reti di sostegno sociale

“La zona grigia: nuove povertà e reti di sostegno sociale” è il convegno che si terrà venerdì 27 marzo dalle 9,00 al complesso Monumentale di Santa Maria La Nova, Napoli.

 

L’incontro è organizzato da Intercral, con Pegaso – Università Telematica e Fondazione AdAstra, e patrocinato da Regione Campania e Comune di Napoli, e vede la collaborazione del portale Napoli Città Sociale come media partner.

Famiglie italiane con figli piccoli in fila alla mensa pubblica, anziani che rovistano nei cassonetti, padri separati che dormono nelle automobili. La “carriera” di povertà la intraprendono, ormai sempre più spesso, persone e famiglie che, per un qualsiasi motivo legato alla crisi, come la perdita di lavoro e di conseguenza della casa, si ritrovano da sole e senza poter contare sull’aiuto di nessuno.
La crisi economico-finanziaria ha determinato l’estensione dei fenomeni di impoverimento ad ampi settori di popolazione, non sempre coincidenti con i “vecchi poveri” del passato. È la cosiddetta “zona grigia” della vulnerabilità sociale, nella quale possono cadere tutti: i poveri in Italia sono sempre meno “working” e sempre più “poor”. Aumentano gli anziani e le persone in età matura, mentre si impoveriscono ulteriormente le famiglie immigrate e peggiorano le condizioni di vita degli emarginati gravi, esclusi da un welfare pubblico sempre più residuale.
Su questi temi e sul ruolo svolto dalle organizzazioni sociali e caritatevoli si confronteranno studiosi, operatori sociali, esperti. La giornata, moderata dal giornalista Ciro Biondi, sarà introdotta da Carlo Postiglione (presidente dell’Intercral Campania) e Francesco Accardo (responsabile dell’Ufficio di Presidenza della Fondazione AdAstra). Intervengono: Caterina Musella, dirigente sociologa dell’Asl Napoli 1 e responsabile della Rete Sanità della Fondazione AdAstra; Rosa Praticò, dell’associazione Officina delle idee; Graziella Lussu, della cooperativa Il Camper Onlus; Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania; Luigi Tamburro, della Fondazione Banco delle Opere di Carità; Tiziana Donnianni, delegato territoriale della Fondazione Banco Farmaceutico; Alfredo Grado, della Scuola di Scienze Criminologiche e Criminalistiche FORMED – S.U.N; Sergio D’Angelo, direttore del gruppo di imprese sociali Gesco.
Saranno presenti: l’associazione ONE, organizzazione internazionale che si occupa di povertà estrema e malattie prevenibili, e l’Istituto Vittorio Veneto di Scampia per il coffee-break.

Il programma in pdf

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *